Marrakech

pubblicato il: 11/05/2017

LA DESTINAZIONE:

Seducente, solare, avvolgente, sensuale ... magica. Impossibile con un solo aggettivo raccontare l’atmosfera che aleggia a Marrakech: questa perla del Marocco ha mille sfaccettature impalpabili, come mille sono le leggende della sua storia, mille i potenti che si sono sfidati per averla ed altrettanti - se non di più - gli occidentali che ne sono rimasti sedotti. Marrakech è una delle Città imperiali del Marocco, ma più di altre incarna l’idea e gli stereotipi della cultura e delle tradizioni del Paese. E’ quindi un buon punto di partenza per chi desidera conoscere senza traumi ciò che il Marocco è stato ed è, ciò che può offrire e soprattutto ciò che sarà. Youssef Ben Tachfin fu il vero fondatore di Marrakech: a lui si deve il consolidamento della casbah, la costruzione di palazzi e moschee, la fortificazione della città. Simbolo di questo periodo di potenza sono infatti le mura della medina, che si sviluppano per 12 chilometri con 202 torri e dieci monumentali porte in terra rossa, due delle quali hanno conservato la loro struttura originaria. Dal 1985 la medina di Marrakech, la parte racchiusa tra le antiche mura, è considerata patrimonio mondiale dell’umanità, protetto dall’Unesco. In Marocco i malachiti (gli abitanti di Marrakech) sono considerati quasi una tipologia a parte: sicuramente curiosi e più abituati allo straniero, fanno dell’ospitalità e della cortesia un vero punto di orgoglio. Lo si vede nella gente per strada, nei ristoranti e nei bar della medina, ma anche nei souk dove i venditori non hanno quella fastidiosa insistenza tipica delle altre città del Maghreb.

GALLERY:


AUTORE:


Massimo Manzoni

TAG:


starebene, viaggiare, benessere, Africa

CATEGORIA:


Viaggi e turismo