Correre con la Sciatalgia? Meglio essere prudenti

pubblicato il: 21/05/2017

Corri che ti passa? In questo caso meglio non correre rischi. La sciatalgia o sciatica è un dolore che si irradia sulla gamba dalla parte posteriore e per un runner può essere un vero calvario… Il nervo sciatico è il più lungo del nostro corpo, parte dalle ultime vertebre lombari e scende verso il basso passando dai glutei, quadricipiti fino a sotto il piede.

Questo dolore – a volte davvero micidiale - può partire dalla schiena, al di fuori o anteriormente alla gamba, e  tipicamente si avverte solo su un lato del corpo: spesso è presente anche il mal di schiena. Risultato? Debolezza o intorpidimento possono verificarsi in varie parti della gamba e del piede. Circa il 90% dei casi di sciatica sono dovuti ad una ernia del disco che preme su una delle vertebre lombari o sulle radici del nervo sacrale.

La sciatalgia può essere causata da uno sforzo come il sollevamento di pesi eccessivi, ma anche da torsioni o da scarpe inadeguate. Per evitare peggioramenti meglio interrompere subito l’attività podistica per un certo periodo o magari si possono pensare delle soluzioni alternative al running come il nuoto e la ginnastica posturale ma sempre dopo un consulto con un ortopedico o fisiatra.

Se il dolore è grave e dura per più di sei settimane e non diminuisce con i farmaci, allora la chirurgia può essere un'opzione se poi si verificano problemi all'intestino o alla vescica.

In media dal 2% al 40% delle persone accusano la sciatica a un certo punto della loro vita ma è più frequente negli uomini - rispetto alle donne - e tra i 40 e i 50 anni di età.

La "pseudo-sciatica" che causa sintomi simili alla compressione della radice dei nervi spinali, è causata dalla compressione di sezioni periferiche del nervo sciatico, di solito per tensioni esercitate dal muscolo piriforme o da altri muscoli correlati. Con la sindrome del piriforme questo muscolo che si trova sotto i glutei, si contrae spasmodicamente e soffoca il nervo sciatico sottostante al muscolo.

Un'altra causa di sintomi sciatici è la disfunzione dell'articolazione sacro-iliaca. Abitudini posturali malsane unito al fatto di "stirare i muscoli" (stretching) in modo insufficiente e possono condurre a problemi sia vertebrali che del tessuto molle.

Attenzione anche ai punti "grilletto" attivi della parte inferiore della schiena e dei muscoli glutei. In questo caso, il dolore riferito non è infatti, conseguente alla compressione del nervo sciatico, anche se la distribuzione del dolore per le natiche e per la gamba è simile. I punti "grilletto" (trigger points) si attivano quando i muscoli vanno incontro a ischemia (basso afflusso di sangue) per stiramenti o per la contrazione muscolare cronica. I muscoli associati più comunemente con i punti "grilletto" che innescano sintomi sciatici sono il quadrato dei lombi, il gluteo medio, il gluteo minimo e il rotatore profondo dell'anca.

Per capire se si soffre di sciatica il test diagnostico più utilizzato è il segno di Lasègue che si esegue con l'alzamento della gamba. Viene considerato positivo se il dolore del nervo sciatico appare con una flessione passiva di 30 e 70 gradi della gamba diritta.

Anche esami di imaging biomedico, come la tomografia computerizzata o l'imaging a risonanza magnetica, possono aiutare con la diagnosi di ernia del disco lombare.

Per scoprire alcuni rimedi ed esercizi per combattere la sciatica vi suggeriamo anche la lettura dell’articolo a schede di Giovanni Cremonte su Running Gazzetta:

http://running.gazzetta.it/salute/15-05-2017/nervo-sciatico-corsa-quel-fastidio-ci-spaventa-28451/2

Utile anche questo video disponibile su You Tube per apprendere alcuni esercizi:

 

GALLERY:


LINK:


AUTORE:


Lorenzo Brufani

TAG:


starebene, fisioterapia

CATEGORIA:


Salute

CORSE CORRELATE: