Barcellona

pubblicato il: 08/05/2017

Capitale culturale ed amministrativa della Catalogna e seconda città della Spagna per numero di abitanti, è un importantissimo centro economico e commerciale, con un'area di influenza che si estende alla Penisola Iberica e alle regioni del Mediterraneo occidentale. Oltre 2000 anni di storia convivono in perfetta armonia con le ultime tendenze dell'architettura, dell'urbanistica, dell'arte e del design. Le impronte culturali di iberici e romani si accostano all'arte medioevale del Quartiere Gotico, con le opere di architetti modernisti come Gaudì e con le ultime realizzazioni della nuova urbanistica.La designazione di Barcellona come sede dei Giochi Olimpici del 1992 ha dato un notevole impulso al rimodellamento urbanistico della città, dotandola di infrastrutture più consone alle sue necessità attuali e future.A Barcellona si ha la possibilità, percorrendo a piedi le sue strade, di trovare le tracce della sua storia millenaria, dalle rovine romane e dalla città medievale fino ad arrivare ai quartieri del modernismo catalano, con i suoi edifici caratteristici, i suoi isolati quadrati, i suoi viali alberati e le sue strade larghe. La città antica è piana mentre i quartieri più recenti acquisiscono maggiore pendenza man mano che ci si avvicina alla catena montuosa; per questo a volte le strade di Barcellona ricordano quelle di San Francisco. All'interno del “Barri Gòtic”, nella città vecchia, spicca la bellissima cattedrale gotica dedicata a Sant'Eulalia, patrona della città. Tra i posti di maggior attrazione “Las Ramblas” (in spagnolo) o Les Rambles (in catalano), e cioè il viale situato tra Plaza Cataluña, centro della città, e il porto antico. Degna di nota è la Plaza Real, con palme e edifici laterali i cui portici ospitano birrerie e ristoranti e nella quale, durante il fine settimana, si riuniscono i collezionisti di francobolli e di monete. La Rambla termina arrivando al porto antico dove si trova la statua di Cristoforo Colombo (Cristobal Colón) che con il dito puntato indica il mare. A pochi passi si trova il Museo Marittimo, dedicato alla storia navale del Mar Mediterraneo, nel quale si può ammirare la riproduzione in scala reale di una galera da combattimento. Barcellona fu la città dove ha vissuto e lavorato Antoni Gaudí che, con le sue opere ha saputo dare un'impronta alla città. La più rappresentativa è la Sagrada Familia, opera incompiuta e tuttora in costruzione secondo gli stessi principi secondo cui venivano costruite le cattedrali nel Medioevo. Altre opere di Gaudí sono il Parco Güell, la Casa Milà, meglio conosciuta con il nome di "La Pedrera", e la Casa Batlló. Un esempio di modernismo catalano è invece dato dal Palau de la Música Catalana di Lluís Domènech i Montaner, sito nel quartiere di San Pere sulla via Laietana, parallela alla Rambla, dichiarato patrimonio mondiale dell'umanità nel 1997. Tra i musei dell'arte di Barcellona rivestono un grandissimo interesse quello della Fundació Joan Miró, dove si possono ammirare alcune sue opere significative e dove vengono realizzate esposizioni itineranti provenienti da tutti i musei del mondo; Il Museo Picasso, contenente una importante collezione di opere che risalgono al suo primo periodo.
Per avere una vista panoramica di tutta la città si può salire a Montjuïc, il piccolo monte situato vicino al porto, sulla cima del quale si trova il Castello del Montjuïc, antica fortezza militare da cui nei tempi antichi si vigilava sul mare.

GALLERY:


AUTORE:


Massimo Manzoni

TAG:


starebene, Europa, viaggiare, benessere

CATEGORIA:


Viaggi e turismo